Maurizio Garuti, narrativa, satira, romanzi, teatro, Parole come virus, Vito, Fantasmi di pianura, Fermi tutti c'è il tiggì, Il romanzo del Reno, Il plei boi della bassa, Amarcord, follie della bassa, Bella ciao, La pianura delle donne, Donne, Donne & Ricette, La casa dei ferrovieri, Comix, Bologna, Emilia-Romagna, Romanzo, Monologo, Fonti orali, Narrazione orale
Maurizio Garuti - Storie
Maurizio Garuti - Storie
Maurizio Garuti - Home Maurizio Garuti - Narrativa
Maurizio Garuti - Chi sono Maurizio Garuti - Teatro
Maurizio Garuti - Presentazione Maurizio Garuti - Storie
Maurizio Garuti - Contatto Maurizio Garuti - Biografie
Maurizio Garuti - Storie
Maurizio Garuti - Storie
Maurizio Garuti - Storie
Maurizio Garuti - Storie

 

 

Aldo Bacchiocchi - Maurizio Garuti

Nonostante tutto

Una storia fra biografia e romanzo

Minerva, Bologna 2016, pp. 165

 

 

 

Storia di una vita, fra biografia e romanzo, dagli anni Cinquanta ai nostri giorni. Aldo Bacchiocchi nasce a Rovigo da famiglia benestante. Il padre, imprenditore scolastico, è a capo di florido istituto privato. Poi azienda e famiglia si trasferiscono a Bologna. Gli anni al Liceo Galvani, i compagni e le compagne di classe, gli amori, l’università. L’iscrizione al Pci e la rottura con la famiglia. La carriera nel partito, ai vertici della vita pubblica bolognese. I successi, le delusioni, le ambizioni frustrate, mentre sullo sfondo si sgretola il sogno comunista. Una galleria di personaggi, fra i quali Renato Zangheri, Renzo Imbeni, Mario Soldati, Vincenzo Galetti, Ugo La Malfa, Claudio Sabattini, Nilde Jotti, Sergio Cofferati, Piero Gnudi, Romano Prodi.

 

 

 

 

 

 

 

Maurizio Garuti

Fratelli d'Emilia
da cronache familiari di Claudio Negrini
Minerva Editrice, 2013, pp. 178, € 15,00

 

 

Italiani, La storia che ride di Maurizio GarutiUna famiglia emiliana dalla fine dell’Ottocento al “boom” economico degli anni Sessanta. Una storia vera con personaggi veri, raccontati con l’intensità di un romanzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Natale Negrini è il capostipite perseguitato dai fascisti perché guida le lotte dei contadini. Alda è l’arzdora, quercia della famiglia sempre solida anche nei tempi più difficili. I figli: Gino è l’appassionato sperimentatore di nuove tecniche agronomiche che migliorano i raccolti e il tenore di vita; Anselmo ha la vocazione dei motori e diventa pioniere della meccanizzazione nelle campagne; Ezio ha la passione della musica e, con il suo complesso, infiamma le serate danzanti nelle aie dei dintorni; Ida, la sarta di famiglia, confeziona indumenti per i partigiani con la stoffa dei paracadute inglesi; Francesco assalta i convogli repubblichini in transito sulla via Emilia. Già, la guerra: i fratelli vengono sbalzati in Libia, in Grecia, in Germania. E chi resta a casa si arruola nella Resistenza. Le vicende di oltre mezzo secolo raccontate attraverso il vissuto di persone reali. Uno spaccato dal vivo di ciò che è la gente d’Emilia, con le sue radici, le sue passioni, i suoi sogni.

 

 

 

 

 

Eleonora Sambri
Due soldi di cioccolata
Vita, amore, passione partigiana di una donna d’Emilia
a cura di Maurizio Garuti
Minerva Edizioni, Bologna 2012, pp. 175

 

Due soldi di cioccolata, di MAurizio GarutiEleonora Sambri è nata nel 1926 presso Santa Maria in Duno, comune di Bentivoglio, provincia di Bologna. Contadina fin dall’infanzia, poi mondariso e bracciante, incontra Ciro, tornato a casa dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943.
Resistenza e amore si intrecciano in un percorso di vita che si proietta fino ai nostri giorni, attraversando gli anni della lotta partigiana e poi quelli della ricostruzione e del “benessere”. Eleonora, con la penna di Maurizio Garuti, ripercorre l’arco della sua esistenza dall’infanzia alla vecchiaia, mentre intorno a lei scorrono gli eventi e le trasformazioni della storia collettiva.
La sua vicenda umana, saldamente ancorata nella pianura bolognese, è un racconto intenso che narra qualcosa di ognuno di noi.

 

 

 

 

Mauro Olivi
Il comunista che mangiava le farfalle
a cura di Maurizio Garuti
con una lettera-presentazione di Giorgio Napolitano

Pendragon editore, Bologna 2011, pp. 246

m

Il comunista che mangiava le farfalle, di Mauro Olivi, a cura di MAurizio GarutiNon è il solito libro di memorie di un politico a fine carriera. Certo, c’è tanto Pci. Dai trionfi degli anni Sessanta e primi Settanta al declino degli Ottanta. Con i riflettori sui protagonisti del potere emiliano: Renato Zangheri, Guido Fanti, Vincenzo Galetti. E sui personaggi più importanti del comunismo italiano, a cominciare da Enrico Berlinguer. Tutti raccontati senza reticenze da un uomo che li ha conosciuti davanti e dietro le quinte. Ma quella di Olivi (che si avvale della penna di Maurizio Garuti) è soprattutto una narrazione vera, a tutto tondo, dove personaggi noti e ignoti entrano in scena come in un romanzo, fino a comporre uno spaccato straordinario di vita bolognese e italiana, dall’occupazione tedesca al crepuscolo della Bolognina.

 

 

 

 

 

Maurizio Garuti

Una vita inventata

Roberto Fariselli: un uomo, un imprenditore

(fuori commercio) 2014

 

 

Se l’Italia è una repubblica fondata sul lavoro, Roberto Fariselli, nel suo piccolo, ne è un interprete esemplare. In tempo di crisi, la sua esperienza può essere guardata come strenua prova di fantasia e di inventiva, capace di trasformare le condizioni sfavorevoli in opportunità per crescere. Questo libro è una lettura stimolante per chi ritiene che lavoro e libertà siano valori preziosi e inscindibili.

 

 

 

 

 

 

 

by Telegraf
Maurizio Garuti
Via Giovan Battista Gornia, 30
40017 San Giovanni in Persiceto (Bologna)

e-mail : info@mauriziogaruti.it